Assistenza sanitaria per i turisti che si recano in Usa come funziona

Negli Stati Uniti l’assistenza sanitaria è molto diversa rispetto a quello a cui noi siamo abituati in Italia ed Europa. I nostri ospedali ed i centri di pronto soccorso, sebbene non sempre all’ altezza, offrono interventi gratuiti per tutti, senza spendere un euro. In qualsiasi punto del territorio italiano vi troviate potete chiamare il 118 senza che vi chiedano il numero di carta di credito.

In Usa è diverso, l’assistenza sanitaria è di tipo privatistico, ovvero chi non paga non se la può permettere. Tutti i cittadini statunitensi, o almeno chi ne ha la possibilità, stipulano un’assicurazione per ricevere assistenza medica.

Sebbene la riforma Obama del 2010 abbia allargato la possibilità di accedere a cure mediche anche per chi si trova in fasce di “povertà”, resta comunque l’assioma che se non paghi non vieni curato. Si tratta di un problema a cui i turisti spesso non pensano, ma bisogna far mente locale a questa problematica quando si va in vacanza negli Stati Uniti.

Cosa fare se mi faccio male in Usa?

se si tratta di qualcosa di grave meglio sempre chiamare il 911 o farsi portare presso il pronto soccorso (E.R. Emergency Room). Se invece si tratta di qualcosa meno grave meglio farsi portare, da un taxi, al pronto soccorso di un ospedale (pubblico) o da un medico. In tutti questi casi i servizi si pagano, ma nel primo caso, emergency room, sono più costosi.

Vi viene chiesto a quel punto la carta di credito, oppure il numero di assicurazione medica che, lo ricordiamo. è sempre meglio stipulare prima di partire per un viaggio in Usa. Costa relativamente poco e vi preserva da spiacevoli inconvenienti.

Leggi Anche  Cosa serve per andare in America

Mi soccorrono anche se non ho l’assicurazione?

Se siete in pericolo di vita sarete soccorsi, ma in tutti gli altri casi dovrete pagare. Il caso tipico è quella della rottura di un piede o di una gamba. Potrebbero curarvi alla meglio e rispedirvi a casa.

Non scandalizzatevi se hanno il coraggio di chiedervi 10.000 dollari per ingessare un braccio rotto, è la norma, per cui fate sempre attenzione e stipulate un’assicurazione.

Che tipo si assicurazione stipulare

se si tratta di assistenza medica leggete bene nel contratto cosa prevede l’assicurazione. Ovvero cosa copre e cosa no e soprattutto se c’è una franchigia, ovvero uno scoperto a carico dell’ assicurato. I “massimali” sono importanti, ad esempio 2.500.000 o 3 milioni di dollari, che è il massimo che l’assicurazione paga in caso di intervento.

Ovviamente più il prezzo da pagare è alto e maggiore saranno le cose “coperte”, come ad esempio l’uso dell’ ambulanza, il ricovero, il rimpatrio in Italia in caso di gravi problematiche. In alcuni casi dovrete anticipare tutto l’onorario dei medici che vi verrà poi restituito, in altri casi l’assicurazione pensa a tutto (pagamento anticipato).

Quando vi fate male o chiamate un medico controllate quale è il costo massimo coperto dall’assicurazione e quale è l’onorario del medico che, se supera quello dell’ importo massimo coperto, sarete costretti a paggare di tasca vostra.

Gli Stati Uniti, specialmente quando ci riferiamo a grandi città come New York, Miami e Los Angeles, molto battute dai turisti italiani, hanno tassi di criminalità piuttosto alti. Non sono rari i casi di rapina o furti, controllate se l’assicurazione copra anche interventi sanitari per eventuali ferite in seguito ad atti criminali.

Leggi Anche  Luoghi Particolari Roma quelli piú sconosciuti che vale la pena visitare

 

Numeri utili in caso di emergenza in USA

  • 911 ambulanza
  • Consolato italiano New York +1 212-737-9100
  • Consolato italiano Miami +1 305-374-6322
  • Consolato italiano Los Angeles +1 310-820-0622

Add Comment