Come migliorare l’audio di un Hi Fi

Hai speso un sacco di tempo e denaro mettendo insieme un sistema audio scelto con cura, di marca e, anche se è abbastanza buono,  c’è ancora qualcosa che manca. Forse i bassi non sono all’ altezza, la stanza è troppo grande ed il suono si perde, se collegato alla tv non ricrea gli effetti sonori come al cinema, in cuffia la qualità non vi soddisfa. Una cosa è certa; non ti piace tanto quanto vorresti considerando i soldi che avete spese. Quindi qual è il segreto per avere un hi fi perfetto?

È molto probabile che tu stia effettivamente solo provando una piccola parte di ciò che il tuo sistema Hi-Fi o Home Cinema collegato alla tv di ultima generazione è realmente in grado di fare. Ma non preoccuparti perché siamo qui per aiutarti. Abbiamo identificato delle aree chiave in cui una piccola attenzione al cablaggio e al supporto del sistema ti consentiranno di ottenere enormi ricompense, contribuendo a rilasciare un suono quasi perfetto.

Non importa se il tuo sistema Hi-Fi compatto o Home Cinema è nuovo di zecca o ha 20 anni; se costa 200 euro o 1000. Se si migliorano queste aree chiave che vi indicheremo di seguito, scoprirai il potenziale nascosto della tuo stereo per la casa.

L’alimentazione

Come la benzina in una macchina, l’elettricità è il “succo” che fa funzionare il tuo sistema. Questo è il motivo per cui è di vitale importanza migliorare prima il tuo alimentatore, prima di mettere mano su qualcos’altro. Se inizi con i tuoi cavi di interconnessione oppure con gli altoparlanti, potresti peggiorare le cose perché i monster cable ad esempio saranno in grado di rivelare qualsiasi problema “a valle”.
Ti consigliamo di iniziare con il cavo di alimentazione che fornisce il componente della sorgente principale, ad esempio il lettore CD, oppure il giradischi, e quindi procedi verso l’esterno da lì. Quindi, in un tipico sistema hifi si sostituiranno i cavi di alimentazione in questa serie: Lettore CD, preamplificatore, finale.

Dopo aver  cambiato i cavi di alimentazione, il passo successivo è quello di sostituire eventuali prolunghe di rete con una delle unità dedicate. Avere prese elettriche più vicine al tuo sistema è molto più conveniente.

Leggi Anche  Grammofono a Tromba e a Manovella dove Comprarlo

migliorare audio hifi

Il passo finale è integrare i tuoi cavi e le estensioni con i filtri. I computer e le apparecchiature domestiche come i frigoriferi – e persino l’Hi-Fi o l’Home Cinema – possono aggiungere enormi quantità di rumore alla rete elettrica. I filtri sono stati sviluppati per rimuovere il rumore di fondo e le armoniche degradanti e, poiché funzionano in modo passivo, si ottengono tutti i vantaggi di un suono più pulito senza l’aumento dell’impedenza che i filtri in linea possono portare.

I cavi

Dobbiamo dare un’occhiata ai cavi che connettono i vari componenti Hi-Fi o Home Cinema.Questo è il punto in cui l’elettricità grezza che entra nel tuo sistema viene trasformata in un segnale audio o video, quindi vuoi essere sicuro che sia trasferito nel modo più preciso possibile. Usa cavi di qualità che hanno attacchi sui contatti dorati a 24 KT.
Utilizzando lo stesso principio dei cavi di rete, iniziare aggiornando l’interconnessione dal componente sorgente principale (lettore CD, lettore bluray ecc.). Se si dispone di preamplificatori pre e finali separati, sostituire i cavi principalmente che li connettono a sorgenti come streaming o lettori DAC o CD. Ovviamente se avete un amplificatore da 100 euro è inutile usare cavi del genere che costano 50 euro al metro.

Il collegamento finale della catena consiste nell’aggiornare i cavi dei diffusori che annullano le interferenze in modo che il suono che senti sia ricco, dettagliato e privo di durezza.

Per garantire che il segnale viaggi in modo preciso e che si ottenga il suono migliore dai diffusori, un cavo deve essere progettato correttamente e in grado di sopportare tensioni superiori a quelle trasportate dai cavi di interconnessione. Alcuni cavu utilizzano una combinazione di rame ad altissima purezza, rame / argento e filo d’argento puro insieme ai migliori materiali isolanti per garantire di estrarre il meglio dal tuo sistema Hi-Fi o Home Cinema.

Leggi Anche  Giradischi Vinile Quale Comprare per Il suono Migliore

Dove poggi lo stereo

Non sottovalutare mai l’importanza dei materiali che utilizzi per supportare il tuo hifi, questo può avere un impatto enorme sul suono. Il buon senso ci dice che i supporti dovrebbero essere pesanti, solidi, stabili e isolati. I materiali con cui sono realizzati i rack tradizionali,specialmente il metallo e il vetro, sono molto economici e belli da vedere. Inizialmente, questo può sembrare “eccitante” perché tende a spingere il suono in avanti e ti “afferra” per la gola. Ma l’effetto è anche quello di ridurre la gamma dinamica e aggiungere affaticamento all’esperienza di ascolto. Cremagliere e ripiani fatti di acciaio danno un suono più naturale, rilassato e “facile da ascoltare”.

L’acustica della stanza

Uno sistema hi fi suona differente a secondo dell’ambiente in cui viene montato. Ci sono i mobili che fanno rimbalzare l’audio, le pareti, la presenza di persone, tutto ciò influenza la dinamica del suono e dell’ascolto. Una volta si utilizzavano pareti fonoassorbenti per migliorare l’acustica, il principio è ancora valido. La moquette è un buon isolante e assorbe i suoni, così come il legno parquet.

Ecco un test molto affidabile che puoi eseguire per vedere se il tuo spazio è troppo vivo e, soprattutto, non richiede costose apparecchiature di test o competenze speciali in acustica o fisica. Si chiama test “del battito delle mani” e funziona in questo modo: batti le mani come per applaudire. Ora ascoltate il post-effetto, l ‘”eco”. In uno spazio con un’acustica bilanciata, ci sarà qualche riverbero udibile dopo-uno schiaffo, ma non troppo pronunciato.

In uno spazio troppo vivo, l’eco che segue il battito della mano sarà abbastanza forte e del tutto distinto dal battito originale. Avrà una qualità diversa rispetto a quello originale. Un’acustica della stanza eccessivamente viva renderà sfocato il suono e mal definito.

Leggi Anche  Grammofono a Tromba e a Manovella dove Comprarlo

L’altro estremo è uno spazio eccessivamente smorzato, “morto”: moquette spessa, pesanti tendaggi dal pavimento al soffitto e mobili densi e impagliati. In questo tipo di spazio, il test non produrrà alcuna “risposta di riverberazione” dopo la battuta. Sentirai il suono del tuo battito delle mani, proprio lì davanti a te, e praticamente nient’altro.

Guarda questo video fatto molto bene per capire come si propaga l’audio in una stanza

Add Comment