Smart tv cos è Vale la Pena comprarla ?

La parola “smart” viene accostata ad una miriade di definizioni e di prodotti. Smart cities, smart people e via dicendo. Di per sè il significato dall’ inglese è semplice, significa “furbo, sveglio, intelligente”. Un smart tv quindi è una “tv intelligente“, ma cosa significa esattamente questa dicitura che vediamo appiccicata a molti televisori a schermo piatto in vendita nei negozi?

La smart tv è una televisione in grado di connettersi ad internet, sia con cavo o con il wifi, per navigare sulla rete, interagire con i social, guardare programmi in streaming su Youtube o la Tv on demand di Mediaset, Rai, Netflix, Sky, Amazon Prime Video. Tramite app installabili è anche possibile giocare, ascoltare la radio in digitale o vedere le tv estere, IPTV e Kodi. In alcuni casi lo smartphone si trasforma in tastiera o touch screen virtuale per meglio comandare il cursore sulla tv. Abbiamo anche la possibilità di trasferire i contenuti di cellulare e tablet per vederli sullo schermo grande.

Insomma si tratta veramente di una tv intelligente che rende questo elettrodomestico il centro dell’ intrattenimento multimediale del salotto di casa. Possiamo dire che anche la presa USB che si trova ormai in tutti i nuovi modelli fa parte di questo mondo. Connettendo una chiavetta o un hard disk esterno possiamo vedere filmati video presi dalla rete, le nostro foto scattate, ma anche file musicali in MP3.

SMART TV COME FUNZIONA

Conviene l’acquisto

la risposta non può che essere positiva, tra una tv smart e una “non smart” è sempre meglio la prima opzione. La differenza di prezzo tra i due modelli è solitamente di 40-50 euro. Alcuni però storcono il naso e preferiscono acquistare un modello normale per poi fare un upgrade, ovvero comprare un box multimediale da attaccare alla presa HDMI.

Il motivo è piuttosto semplice. Dicono che i sistemi operativi che gestiscono la tv smart non sono all’ avanguardia, ad esempio LG usa webOS 3.0, Panasonic Firefox Os, Sony e Sharp (non tutti i modelli sono supportati) hanno optato per il sistema operativo ANDROID TV che assomiglia molto a quello che utilizziamo sui nostri smartphone. Se volete un televisore smart che usi Android puro, come detto, dovete acquistare una smart box e quindi leggete il paragrafo che segue.

Trasformare una Tv in Smart Tv

anche coloro che hanno un vecchio televisore, perfino uno a tubi catodici (CRT) possono renderlo smart e quindi connettersi ad internet per navigare e vedere la tv in streaming o i video di Youtube. Come già spiegato dobbiamo comprare un box multimediale o uno smart box come si chiama. E’ una piccola scatolina che si collega al televisore attraverso la presa posteriore HDMI. Uno dei modelli che vi consigliamo, un ottimo compromesso tra prezzo e prestazioni è il GooBang Doo ABOX A1 Plus che si trova in offerta su Amazon.

Questo apparecchio monta Android 6.0 quindi potete scaricare in pratica qualsiasi applicazione di Google Play che girerà ad un ‘ottima velocità grazie al processore a 64 bit incorporato. Questo box supporta anche la decodifica .H265 quella per i video in 4K o in Uhd, quindi se avete un televisore Uhd potete veramente godere di video incredibili, ad esempio quelli che si trovano su Youtube, basta scrivere “video in un Uhd“. E’ dotato di telecomando e ha uno spazio di 8 Gb per le app e 2 Gb di ROM.

Da poco è arrivato anche il prodotti di Amazon, il FIRE TV STICK, fatto ad hoc per chi è abbonato al servizio di video straming di Amazon. Con questo non diciamo che non possiamo fare tutto il resto,, app, youtube, netflix ecc, ma al momento lo store non è ampio quanto quello di Android.

Se il vostro vecchio televisore non dovesse avere la presa HDMI, ad esempio quelli a tubi catodici, ma ovviamente ha la presa SCART basta acquistare questo adattatore ed il gioco è fatto. Anche una vecchia tv, ad esempio i mitici Sony Trinitron, possono diventare smart ed avere una nuova vita multimediale. Tra l’altro questi televisori avevano un suono veramente potente, migliore di quelli attuali grazie ai woofer inseriti nella scocca.

Lascia un commento