Un rivetto è un componente essenziale per una varietà di applicazioni in diversi settori, soprattutto in situazioni in cui è necessario unire due o più materiali in modo sicuro e resistente. E’ costituito da un albero cilindrico liscio con una testa su un’estremità. Il processo di fissaggio dei rivetti di metallo implica l’utilizzo di una pistola o di un attrezzo per rivettare, che comprime la testa del rivetto mentre fa passare il perno attraverso i fori dei pezzi da unire.

Al momento dell’installazione, il rivetto viene inserito in un foro perforato e successivamente deformato in modo che si espanda fino a circa 1,5 volte il diametro originale dell’albero, mantenendosi in posizione.

In altre parole, il colpo o la trazione creano una nuova “testa” sulla sua estremità schiacciando il materiale della “coda” che diventa più piatto, Ne risulta un rivetto che ha più o meno la forma di un manubrio. Scopri di piú.

I rivetti di metallo sono ampiamente utilizzati in vari settori industriali per la loro capacità di fornire una connessione solida e permanente tra i materiali. Possono essere utilizzati in luoghi in cui le saldature o altri tipi di connessioni non sono pratici o possibili. Alcuni vantaggi dei rivetti di metallo includono la loro resistenza alla corrosione, la facilità di installazione e la capacità di unire materiali diversi, come metallo a plastica o legno a metallo.

I rivetti di metallo sono utilizzati in costruzione nei settori aerospaziali, nell’ automotive, nella nautica, e in molti altri comparti dell’industria manifatturiera per assemblare parti o componenti in modo sicuro ed efficace.

Vari tipi di rivetti

Ci sono vari tipi di rivetti disponibili, ognuno progettato per scopi specifici. Di seguito elenco alcuni dei tipi di rivetti più comuni:

  1. Rivetto a testa tonda: Questo è il tipo più comune di rivetto ed è caratterizzato da una testa piatta o arrotondata. Viene utilizzato per unire materiali sottili o leggeri, come lamierini.
  2. Rivetto a testa piatta: Questo rivetto ha una testa piatta, che offre una superficie di appoggio più ampia. È utile per distribuire la pressione in modo uniforme e può essere utilizzato in applicazioni in cui è richiesta maggiore tenuta.
  3. Rivetto a testa cilindrica: Questo tipo di rivetto ha una testa cilindrica e può essere utilizzato in applicazioni in cui è richiesta una connessione più discreta o in cui la testa piatta potrebbe essere troppo sporgente.
  4. Rivetto a testa svasata: La testa di questo rivetto è svasata e offre una superficie più ampia rispetto al gambo. È utile per unire materiali più spessi o quando è necessaria una maggiore resistenza alla trazione.
  5. Rivetto autoforante: Questa categoria non prevede la necessità di praticare fori prima dell’uso. Questo perché l’estremità di questi rivetti possiede una punta smussata o una punta smussata per perforare i componenti coinvolti. I rivetti autoperforanti passano attraverso lo strato superiore del materiale lasciando lo strato inferiore semiforato, formando un giunto a tenuta di gas o acqua. Una matrice ribaltante fa sì che la coda del rivetto si allarghi e si incastri nel foglio inferiore per formare un pulsante a basso profilo.
  6. Rivetto cieco (o rivetto pop): Questo è un tipo di rivetto progettato per essere installato da un solo lato del materiale, il che lo rende ideale per applicazioni in cui l’accesso da entrambi i lati non è possibile. I rivetti ciechi sono utilizzati con un attrezzo per rivettare che crea una forza di compressione e un perno all’interno del rivetto che si espande, bloccando i materiali insieme.
  7. Rivetto strutturale: Questi rivetti sono progettati per applicazioni in cui è richiesta una resistenza strutturale elevata. Possono essere utilizzati in costruzioni aeronautiche, automobilistiche e altre applicazioni in cui è fondamentale una connessione robusta e affidabile.
  8. Rivetto a trazione: Questi rivetti sono progettati per resistere alle forze di trazione e sono utilizzati in applicazioni in cui è importante evitare il movimento o la separazione dei materiali.
  9. Rivetto a flangia: Questi rivetti hanno una flangia o una rondella integrata sotto la testa per offrire una maggiore superficie di appoggio. Sono utili in applicazioni in cui è richiesta una maggiore resistenza alla trazione.
  10. Rivetto a strappo: Questi rivetti sono progettati per essere rimovibili. Possono essere utilizzati in applicazioni in cui è necessario smontare e riunire i materiali.  Vedi qui un video sul suo funzionamento.

Materiali dei rivetti

Esistono diversi materiali metallici per la produzione di rivetti. Includono acciaio, rame, ottone, alluminio, rame e acciaio inossidabile. Designer e produttori scelgono questi diversi materiali per soddisfare le loro esigenze.

  • Acciaio: l’acciaio è altamente flessibile e adattivo .
  • Acciaio inossidabile: I rivetti in acciaio inossidabile sono considerevolmente duri, resistenti al deterioramento e alla corrosione. Questi sono i tipi di rivetti ideali per le locomotive, aerei e della produzione di energia.
  • Alluminio: materiale riconosciuto per la sua leggerezza. Inoltre l’alluminio è abbastanza malleabile; quindi, consente di creare facilmente configurazioni di parti complesse.
  • Titanio: sono leggeri e resistenti alla corrosione. Sono ampiamente utilizzati nell’industria aerospaziale e in applicazioni in cui è richiesta una leggerezza estrema e una resistenza elevata.
  • Ottone: materiale flessibile, a basso attrito ed elastico. Per le sue proprietà l’ottone non può creare scintille. Queste caratteristiche rendono i rivetti in ottone il tipo più adatto negli apparecchi a gas.
  • Nylon: In alcune applicazioni leggere o in cui è richiesta una connessione isolante, possono essere utilizzati rivetti in nylon o plastica.
  • Rame: Il rame è un materiale flessibile, sia nell’aspetto che nelle applicazioni. Ha una notevole capacità di condurre calore ed elettricità. Il rame è un ottimo conduttore di elettricità, per questo motivo i rivetti in rame sono preferiti negli apparecchi idrici ed elettrici.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

48  +    =  52